Referee RUN

 

Il Campionato di Corsa per Arbitri di Calcio, ogni anno, decreta il Campione e la Campionessa AIA, con i migliori temi in gare sulla distanza dei 10km, in media il tragitto che percorre un direttore di gara durante una partita di calcio.

La RefereeRUN riprende così con un programma di eventi che chiuderà questa stagione sportiva.

La prossima occasione per gli arbitri di staccare il tempo per la classifica sarà a in occasione del Memorial “Ferrentino” a Sarno il 29 maggio 2022 con partenza ore 8:30

Info&Iscrizioni: https://www.camelotsport.it/site/evento?id=425 specificando all’atto della registrazione alla gara come società AIA-Associazione Italiana Arbitri.

A seguire un appuntamento assolutamente da non perdere quello con la gara che ha dato il via a tutta la manifestazione ovvero la Run&Smile di Porto San Giorgio (FM) del 2 giugno 2022 con partenza ore 9:30.

Informazioni e iscrizioni sul sito: https://www.psgrunners.it/run-smile-2022/ sempre selezionando la casella Arbitri.

Quest’anno concluderà la stagione della RefereeRUN una gara rinviata ovvero la WeRunRome che per l’occasione sarà il Memorial “Stefano Mattera” per ricordare il Presidente della Sezione di Roma1 prematuramente scomparso lo scorso anna.

La gara si svolgerà a Roma il 18 giugno 2022 in versione serale con partenza alle ore 21:30. Info: https://www.werunrome.com/

Le iscrizioni per gli arbitri, che saranno inseriti nel Rione Colonna: https://bit.ly/38ONr7M, dove bisognerà inserire il codice sconto riservato agli Arbitri AIA: RefereeRUNper ottenere il prezzo così bloccato come da accordi con l’organizzazione.

 

Appendice della stagione, già alla seconda edizione, una prova speciale di corsa in montagna a squadre composte da 3 atleti; il Trail K+ Antey-Chamois che si disputerò il prossimo 26 giugno 2022 con partenza alle ore 6:00 e sarà dedicato al ricordo di Loris Azzaro.

Informazioni: http://cervinosportevents.it/ e iscrizioni: https://iscrizioni.wedosport.net/iscrizione.cfm?gara=54924

In ogni tappa sarà presente uno stand AIA dove tutti gli associati potranno ritirare la maglia tecnica ufficiale AIA.

Per eventuali iscrizioni  scrivere alla mail Sezionale mantova@aia-figc.it

BUONA LA PRIMA PER AIA MANOVA

Nel segno di Totaro e Olmi potremmo così riassumere il tabellino  che ci ha visti vincitori con  10 reti nella prima gara stagionale del 2022.

Mercoledì 20 Aprile presso il centro sportivo Rigamonti di Brescia la sezione di Mantova ha disputato un’amichevole di prestigio contro i colleghi di aia Brescia.

Alla vigilia del match erano alte  le aspettative dei ragazzi di mister Cosenza che volevano mettere in mostra la coesione costruita nelle partite di  allenamento fatte durante l’annata. Una squadra composta dai  pilastri reduci dai tornei pre covid rinforzata dai i nuovi innesti emersi  alla ripresa dei campionati. 

Il mister ha  scelto  il 4-2-3-1 come modulo per i primi 11 titolari, inserendo fin da subito l’esordiente Giacomo Minelli  con la maglia bianco rossa .Confermato tra i pali Elia  Bettelli dopo gli ottimi risultati delle scorse gare ,in difesa la sicurezza di Mattarozzi e Alessandro Copelli con Galli e Minelli sulle fasce , Mazzocchi e Da Cruz centrali, dietro l’unica punta Bonanno giocavano  il capitano Andrea Copelli,  “cavallo pazzo” Giuseppe Totaro al ritorno in squadra  e  Federico Olmi, certezze  in fase d’attacco. A disposizione Gerola,Floriani,Ghizzardi e Turci. Dirigente, direttore sportivo, team manager e massaggiatore  il Presidente Renato Riccio.

La compagine mantovana è entrata in campo creando molte occasioni e riuscendo a fare un bel gioco premiato con la prima rete segnata da Olmi dopo un uno-due in area con Bonanno. Di rara bellezza il 2-0 di Totaro realizzato con un pallonetto dal limite dell’area .Nessun brivido corso dai ragazzi a parte una incomprensione difensiva tra Minelli e Copelli non sfruttata dall’attaccante ospite che ha concluso sul fondo, sul  finale di tempo il 3-0 di Totaro .Il secondo tempo è stato dominato dalla squadra Mantovana, con un bottino di sette reti, incassando solamente su calcio di rigore un gol dalla squadra bresciana . Il Mister Cosenza  si è complimentato con tutti per l’ottima prestazione offerta  che ha visto una squadra forte, tenace  e con la voglia di esprimere le caratteristiche tecniche di ogni giocatore.

Al termine dell’incontro le squadre si sono ritrovate in pizzeria per disputare il terzo tempo in compagnia.Un ringraziamento particolare al Presidente di AIA Brescia Alessandro Lo Cicero  per l’invito, per l’accoglienza e per averci dato questa opportunità  di  giocare, divertirci e condividere la passione che ci unisce dopo un lungo stop dovuto al covid .L’appuntamento ora è al 18 Maggio data del ritorno in terra mantovana.

Le Pagelle a cura di Giovanni Cosenza e Renato Riccio:

COPELLI AND    7 +

COPELLI ALE    7.5

FLORIANI        7.5

GEROLA             7.5

TOTARO              9 +

MINELLI             7

GHIZZARDI         6.5

DA CRUZ             8

MAZZOCCHI       7.5

OLMI                    8.5

MATTAROZZI     6.5

GALLI                     6.5

BONANNO         7

BETTELLI           7

TURCI                6.5
COSENZA      8.5

 

AIA MANTOVA – AIA BRESCIA 10-1 

FORMAZIONE : Bettelli,Mattarozzi, Copelli Ale, Minelli, Galli,Da Cruz, Mazzocchi,Totaro,Copelli Andrea ( CAP ), Olmi, Bonanno
A Disposizione : Floriani, Gerola, Ghizzardi, Turci
Allenatore : Giovanni Cosenza
Dirigente : Il Presidente Renato Riccio 

ARBITRO : AE di AIA Brescia coadiuvato da AA  di parte 

MARCATORI : Totaro ( 6 ), Olmi ( 3 ) , Copelli Ale, Brescia ( R ) 

 

La formazione di AIA Brescia

Un momento della gara

LUIGI LANOTTE “L’ ALLENAMENTO MENTALE E’ LA PRIMA PIETRA DEL SUCCESSO PER DIVENTARE UN GRANDE ARBITRO  “

Venerdì 25 marzo si è tenuta presso la sezione di Mantova la serata con l’ospite nazionale  sorteggiato nell’ambito delle visite sezionali Luigi Lanotte,  assistente  CAN A-B  della sezione di Barletta,  alla presenza del  Presidente Renato Riccio, del componente CAN Andrea Gervasoni e dell’osservatore CON PROF Cristiano Copelli,

“Passione e determinazione” le parole  scelte  da Luigi Lanotte per la relazione   presso la sezione di Mantova. ” Arbitrate tanto e pensate poco in campo” le parole con cui Luigi ha introdotto la sua lezione citando  una frase del suo Organo Tecnico Stefano Farina che ricorda con molto piacere .

Nel corso della serata l’ospite ha trattato vari temi  dell’arbitraggio : dall’allenamento mentale per  saper decidere sotto stress al costruire una decisone efficace ha evidenziato  gli aspetti psicologici che l’attività sul campo  comporta. Successivamente ha parlato della Resilienza  come  qualità per diventare un bravo arbitro: un  processo che si costruisce lottando e soffrendo nel  persistere per perseguire i propri obbiettivi i, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà e gli altri eventi negativi che si incontrano.Riprendendo le parole di Gianluca Vialli: “Trasformare una passione in un lavoro ed in uno scopo è una cosa rara ed un privilegio assoluto” Luigi ha sottolineato come la resilienza aiuta gli arbitri nel raggiungere i sogni con il motto “Mai smettere di sognare ” .

 La serata è stata allietata  dagli aneddoti della carriera di Luigi che  ha raccontato anche di momenti di difficoltà   e come li ha superati .
Al termine della serata il  presidente di Sezione Renato Riccio ha voluto  consegnare un presente al collega a ricordo dell’incontro per  ringraziarlo per gli spunti di crescita offerti agli associati mantovani .

In copertina Lanotte durante la lezione tecnica 

1 Luigi Lanotte mentre interagisce con la platea 

2 Renato Riccio, Cristiano Copelli, Luigi Lanotte e Andrea Gervasoni 

 

MARCHI: “LA COMUNICAZIONE CORRETTA È LA CHIAVE PER ESSERE UN ARBITRO DI SUCCESSO”

 

Marchi:

“L’arbitraggio è uno sport stimolante, trasmettiamo questo nuovo messaggio e troviamo la chiave vincente per iniziare un percorso di crescita attraverso la comunicazione” sono state le parole con cui Federico Marchi, Direttore Responsabile della Commissione di Studio per la Rivista L’Arbitro, Sito Web e Comunicazione, nonché giornalista di professione, ha aperto la riunione presso la Sezione AIA di Mantova.

Una serata, che ha avuto proprio Marchi come relatore, fortemente voluta dal Presidente della Sezione di Mantova, Renato Riccio, quando, incontrando Federico a Coverciano, si è confrontato con lui sulla possibilità di tenere una lezione in Sezione per parlare agli associati mantovani dell’importanza del ruolo che la comunicazione ricopre.

Federico ha presentato la Commissione Comunicazione con tutti i suoi Componenti, sottolineando come gli articoli e i social media rappresentino la veste con cui il mondo arbitrale si presenta all’esterno. Ha poi ribadito come sia necessario saper trasmettere i valori che gli arbitri portano in campo: onestà, lealtà, uguaglianza, etica e giustizia. Di fronte al pubblico, sia quello che si incontra sul terreno di giuoco sia quello giornalistico, si comunica sia attraverso il linguaggio verbale sia quello non verbale.

“La comunicazione chiara, efficace e convincente è la chiave per essere un arbitro di successo. Ricordate che la comunicazione con il linguaggio verbale è in realtà la percentuale minore del messaggio, che è rappresentato per la maggior parte dal linguaggio para verbale composto da gestualità, postura, espressioni facciali, sguardi, tono della voce e presenza attiva. È importante migliorare la propria capacità comunicativa affinché le decisioni trasmesse in campo siano comprese da tutte le parti presenti sul palcoscenico del terreno di giuoco”. Il Direttore ha concluso l’intervento con una frase di Paul Watzlawick, teorico della comunicazione: “Qualsiasi azione o non azione facciamo, comunichiamo un messaggio: non si può non comunicare”.

Federico ha infine coinvolto la platea con un interessante esercizio in cui gli arbitri hanno dovuto interpretare delle immagini raffiguranti arbitri nazionali, cercando di capire quale fosse il messaggio comunicato dalla diapositiva mostrata.

Al termine della serata il Presidente Renato Riccio e il Vicepresidente Federico Gallo hanno omaggiato l’ospite con un pensiero gastronomico delle terre mantovane, ringraziandolo per l’interessante lezione trasmessa e ricevendo in regalo un volume sulla storia della Associazione Italiana Arbitri.

 

In copertina il Direttore Federico Marchi durante la sua presentazione.

In gallery:

  1. I ringraziamenti della Sezione a Marchi;
  2. Un momento della riunione.

 

 

Fonte : aia-figc

 

OSSERVATORI A LEZIONE: OA DAY CONGIUNTO

Nel Pomeriggio di Sabato 26 Febbraio  si è svolto l’ultimo blocco di incontri organizzato  dal Cra  Lombardia per gli osservatori provinciali di Brescia, Mantova e Chiari  presso la sezione di Brescia. L’incontro finalizzato ad approfondire le tematiche del ruolo dell’osservatore ha visto la partecipazione  di Alessandro Bianco della sezione di Mestre in rappresentanza del settore tecnico nazionale e di GIuseppe Provesi per il Cra Lombardia.

Gli osservatori presenti hanno studiato ed analizzato un gara filmata valutando il collega in campo, quindi sono state discusse e confrontate le valutazioni con quelle  portate del settore tecnico: è emersa un’ottima preparazione tecnica uniforme agli standard. Il settore tecnico lombardo ha apprezzato l’impegno di tutti i presenti per la conoscenza ed applicazione formativa nell’OA day .

 

Un ringraziamento particolare del Presidente di Mantova  Renato  Riccio agli Osservatori che hanno partecipato all’incontro dimostrando le ottime e omogenee capacità valutative necessarie per crescere  e migliorare  la preparazione dei giovani arbitri.

UN ALLENAMENTO SPECIALE CON FABIANO PRETI

Nella giornata di Martedì 22 Febbraio 2022 si sono svolti i test atletici SDS  60 metri per gli arbitri mantovani in organico nazionale . Tra i partecipanti l’assistente C.A.N. internazionale Fabiano Preti , i colleghi in organico di serie D Alessio Marra, Federico Olmi Zippilli e l’arbitro della sezione di Rovigo Luca Selvatici.

Ai  test è seguito un allenamento congiunto con i colleghi del polo provinciale sotto la supervisione del Presidente dell’ Aia Mantova Renato Riccio. La sessione è terminata con una partita di calcio in famiglia dove la squadra degli arbitri nazionali e regionali ha sconfitto il gruppo dei ragazzi  più giovani. La seduta condivisa  ha consolidato ulteriormente l’affiatamento del gruppo e ha rappresentato un ritorno alla normalità dopo il periodo di interruzione dovuto alla pandemia.

Il Presidente e il  consiglio si congratulano con  gli arbitri per i  risultati ottenuti e si ritengono soddisfatti per la partecipazione numerosa di  tutti gli  associati alle attività di allenamento .

 

SDS per i nazionali

« Articoli meno recenti

© 2022 AIA MANTOVA

Tema di Anders NorenSu ↑