Autore: Luca Ghizzardi (Pagina 2 di 5)

A BARTAL LA FINALE COPPA SERIE C C 5

Domenica 6 febbraio 2022 si è tenuta  la Finale di Coppa Italia Maschile serie C di calcio a 5 tra Desenzano e Pavia, la gara, che si è svolta presso la palestra ‘ Donati ‘ di Crema (CR ), ha visto le due compagini affrontarsi a ritmi elevati offrendo spettacolo di alto livello tecnico, con la vittoria della società Pavia C 5 con il punteggio di 6 reti a 5.

Younes Bartal, nostro associato, ha brillantemente diretto la partita nel ruolo di AE1 coadiuvato da un’infallibile squadra composta da Alberto Ferraro (AE2), Mattia Cannella (AE3) e da Angelo Bruno (Crono).

Per la sezione di Mantova era presente il Presidente Renato Riccio, in rappresentanza del CRA Lombardia hanno partecipato il Presidente Emilio Ostinelli, i responsabili del Futsal Onofrio Murgida e Federico Rizzo e il componente Comitato regionale arbitri Alessandro Barbuto.

Con la presenza del Presidente del CRA Lombardia Ostinelli e dei rappresentanti del comitato regionale l’Aia ha voluto rimarcare l’importanza dell’evento sottolineando quanto il futsal sia una disciplina di valore al pari del calcio a 11.        

Il Presidente Ostinelli durante la premiazione, congratulandosi con il gruppo arbitrale, ha sottolineato come la competenza, la preparazione atletica e disciplinare, lo spirito collaborativo hanno avuto come risultato una prestazione eccellente e di qualità riconosciuta da tutti i presenti, confermando la crescita personale di ciascuno degli arbitri designati.

Renato Riccio, Presidente della Sezione Aia di Mantova, ha evidenziato come la determinazione e l’impegno di Younes e colleghi siano un riferimento per i giovani arbitri del calcio in generale e del Futsal in particolare, dimostrando come possano essere raggiunti alti livelli e grandi soddisfazioni in questa disciplina dove la direzione della Finale di Coppa Lombardia deve essere il punto di partenza verso risultati ancora più elevati.

A Younes vanno i complimenti di tutta la Sezione di Mantova che, orgogliosa, augura a lui un futuro roseo e ricco di soddisfazioni. 

Ostinelli e Murgida premiano la squadra arbitrale

Le squadre schierate durante l’inno di Mameli

Bartal con il premio dopo la gara

UN WEBINAR TECNICO DEDICATO AI NEO ARBITRI E AGLI ALLIEVI:“ARBITRARE NON E’ SOLO FARE SPORT, MA UNA SCELTA DI VITA”

‘ 6 parole nel borsone ‘ è il titolo scelto per il Webinar che il  Presidente Alfredo Trentalange ha  tenuto in diretta da Coverciano in collaborazione con alcuni  Arbitri Nazionali, un’ iniziativa rivolta agli allievi che stanno seguendo in queste settimane i corsi organizzati dalle varie Sezioni italiane e ai neo arbitri che hanno superato le ultime sessioni di esame.

L’evento è stato presentato da Federico Marchi, Responsabile della Commissione Comunicazione dell’AIA , che dopo la visione di un filmato motivazionale  ha dato spazio agli interventi dei relatori della serata:  Daniele Orsato, Maurizio Mariani, Maria Marotta, il neo arbitro di Serie A Andrea Colombo, il responsabile della CAN di Serie A e B Gianluca Rocchi e il Presidente dell’AIA Alfredo Trentalange.     

Il titolo per l’approfondimento  ha raccolto  6 parole chiave di riferimento per i nuovi e futuri Arbitri: Giustizia, Appartenenza, Atteggiamento, Perseveranza, Scegliere e Dettagli.

Il Presidente Alfredo Trentalange  ha aperto il proprio  borsone con la parola ‘giustizia’ : ” All’arbitro è chiesto di applicare ‘giustizia’, affinché in campo tutti abbiano le stesse possibilità di giocarsi la gara”.

Gianluca Rocchi  ha proseguito scegliendo la parola ‘appartenenza: ”Fate parte di una struttura che vi aiuterà sempre, non solo in ambito arbitrale. Abbiate sempre un comportamento degno della divisa che indossate. Comportarvi da arbitro in campo vi verrà facile, ma siatelo soprattutto fuori” ha concluso Gianluca.     Attorno al termine ‘atteggiamento ‘ Daniele Orsato  ha ricordato ai ragazzi che bisogna : ”Correre correre, fischiare fischiare per essere accettati in campo“ ha poi sottolineato come lui stesso ha commesso errori, ma l’esperienza gli  è servita  per rialzarsi ed essere più forte  grazie all’ ‘atteggiamento’ di chi vuole imparare senza fasi abbattere dagli errori.                                                                                                                           Poi è intervenuta  Maria Marotta, arbitro appartenente alla CAN C e prima donna in Serie B,  portando nel suo ‘borsone’ la parola ‘perseveranza’ facendo risaltare quanto sia importante superare i pregiudizi e avere la forza di andare oltre.     Maurizio Mariani, arbitro FIFA in forza alla CAN, ha estratto ‘Scegliere’: ”Bisogna fare l’arbitro impegnandosi al massimo, come nell’allenamento ad esempio, perché solo correndo in campo riusciremo  ad avere la giusta lucidità per decidere, scegliere ed essere credibili ”.                                                                                                                          Infine Andrea  Colombo, neo arbitro di Serie A, ha trattato i ‘ Dettagli’ dicendo :“Siamo un’ associazione che valorizza il dettaglio,  all’inizio può risultare difficile, ma poi, lavorando su ogni dettaglio, si raggiunge la quadra per puntare in alto”.

Gli arbitri nazionali hanno descritto la loro esperienza di vita umana e arbitrale attraverso le ‘6 parole nel Borsone’, presentando uno  spaccato vero del loro vissuto di ragazzini partiti dal  Corso Arbitri  per arrivare a vivere esperienze uniche  e vere nel  mondo  del calcio, realizzando i loro sogni.

Numerose  sono state le domande inviate in diretta dai neo arbitri che hanno espresso  i dubbi e le  curiosità della platea collegata,  ricevendo risposte dai relatori che hanno trasmesso il coraggio  di affrontare seriamente, con dedizione e passione, questa unica esperienza di Arbitro di Calcio.

La Sezione Aia Mantova era presente con il Presidente Renato Riccio , con otto arbitri del  Corso terminato a dicembre 2021 e con  dieci allievi in procinto di iniziare il Corso Arbitri  nel mese di Febbraio. 

Vincenzo, allievo del prossimo corso ,al termine del webinar ha commentato :             ”Partecipando all’incontro  ho acquisito più sicurezza nell’intraprendere questo “sport”, le ‘ 6 parole nel borsone ‘ mi hanno fatto riflettere, in modo particolare le parole di Orsato  quando ha affermato che l’arbitro anche se commette un’errore nel fischiare un fallo ma è sicuro di sé perché capace di imparare da quell’errore, dimostra di essere dotato di quella  personalità che lo rende capace di affrontare le situazioni più difficili. Le sue parole hanno risolto i miei dubbi rispetto alla paura di sbagliare e mi hanno motivato ancor di più a volere intraprendere questo percorso.”

“Ascoltare  il racconto di arbitri con molta esperienza ,che fino ad ora avevo visto solo sui campi nazionali e internazionali, è stato molto emozionante, capire che anche loro hanno iniziato la carriera nei campi di provincia per arrivare ad alti livelli ha aumentato la mia voglia di iniziare il corso e cominciare ad arbitrare” ha affermato Mark al termine dell’incontro.

Il Presidente Riccio  si è detto soddisfatto e contento della  preziosa e motivante iniziativa, utile a infondere fiducia e coraggio nei  giovani e futuri arbitri sull’esempio dei relatori della giornata.                                                                                              In virtù di questa esperienza e ripresi finalmente  gli allenamenti, saranno organizzate prossimamente iniziative su temi specifici anche nella  Sezione di Mantova  che si è sempre messa  a disposizione dei giovani per aiutarli nel loro percorso di crescita come arbitri e come uomini. 

 

L’intervento di Daniele Orsato

 

Andrea Colombo e Maria Marotta mentre rispondono  alle domande fatte  dai giovani arbitri

 

PILLOLE DI FUTSAL

Sabato 22 gennaio 2022  a Lunetta di Mantova il  Presidente  Renato Riccio accompagnato dal Vice Presidente  Federico Gallo , dal consigliere futsal Davide Sanneris  e Bartal Younes, arbitro regionale promessa del futsal mantovano, hanno assistito  alla gara  Saviatesta  Mantova – Altovicentino valida per il campionato di serie A2 del calcio a 5.                                                                                                      

Il gruppo mantovano si è incontrato con il collega Alessandro Barbuto , osservatore del futsal  del CRA Lombardia  e in commissione nazionale, che si trovava al palazzetto per visionare la terna arbitrale in congiunta con un collega. Gli episodi chiave emersi durante l’incontro , correttamente gestiti, hanno dato  importanti  spunti di riflessione .                                                                                                       Nell’occasione  sono state approfondite  situazioni del calcio a 5 mantovano  e del gruppo  arbitrale futsal, evidenziando alcune tematiche utili per l’aggiornamento dei colleghi sezionali.

Si sono così poste le basi per organizzare  approfondimenti dell’arbitraggio del futsal nella sezione di Mantova, attraverso la visione di partite degli europei in corso, con il coinvolgimento dei ragazzi mantovani  del calcio a 5, allo scopo di stimolare l’interesse di tutti i colleghi sezionali verso questo  meraviglioso mondo. L’iniziativa verrà organizzata  seguendo il  protocollo sanitario e le indicazioni dell’associazione italiana arbitri .

La pandemia non ci deve far fermare; ma anzi dobbiamo sfruttare questo periodo per sviluppare   attività utili e sicure  con  l’obiettivo di incrementare e migliorare  l’attività arbitrale .

SAVIATESTA MANTOVA-ALTOVICENTINO  6-2 :

ARBITRO 1 : SARA LUCIA (AOSTA) 

ARBITRO 2 : ANDREA CASADEI (CESENA)  

CRONOMETRISTA : LUIGI LA SORSA (MILANO)                                                                                                                    

 

Una segnalazione dell’arbitro al cronometrista

La terna arbitrale durante il sorteggio

UN NUOVO PROGETTO PER LE RAGAZZE LOMBARDE

Sabato 11 dicembre la nostra associata Alice Bonora  ha partecipato, in rappresentanza della sezione di Mantova, al progetto “Woman Referee Lombardia” organizzato dal CRA Lombardia.
Un evento finora  del tutto inedito poiché le protagoniste sono state le ragazze associate delle varie sezioni lombarde.
La giornata si è divisa in tre momenti principali: in mattinata si è svolto un allenamento  coordinato  dal  referente della preparazione atletica Giuseppe Gavaglia ,con esercizi pensati e indirizzati  per le ragazze, volti a sviluppare la reattività un elemento  che non può mancare  in un arbitro.
A seguire un confronto in aula con Carina Vitulano, ex arbitro ora componente della Commissione Nazionale Arbitri di Serie C, che ha voluto sottolineare il concetto di“Conoscere il Calcio”riassumendolo in tre principi colmi di significato: conoscere il regolamento, essere preparati atleticamente, ma soprattutto conoscere il gioco del calcio  in tutte le sue sfumature.
Nel pomeriggio l’arbitro di serie C Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno ha portato una testimonianza concreta della possibilità che ogni ragazza ha di raggiungere grandi obiettivi con il giusto impegno. “Il lavoro e l’ambizione sono alla base della nostra attività – ha ricordato Ferrieri Caputi – Il lavoro è quello che si fa in campo e in Sezione, senza mai accontentarsi e avendo sempre voglia di crescere giorno dopo giorno. L’ambizione è quella che ci fa fare sempre un passo in più e ci aiuta a migliorare per raggiungere i nostri obiettivi”.                                                                                   Il Componente del Comitato Nazionale, Alberto Zaroli, ha ribadito: “L’AIA vuole mettere a vostra disposizione delle competenze specifiche, perché ritiene che voi abbiate le qualità per ottenere dei risultati, ma le prime a doverci credere siete voi. Infine, dobbiamo smettere di pensare alle donne arbitro in campo come eccezionalità e fare in modo che queste diventino la norma”.             Successivamente le ragazze hanno partecipato ad un incontro in aula con un allenatore che ha approfondito le varie tattiche e tecniche di gioco assunte in campo dalle squadre.
Una “lezione”  interessante  che ha portato  spunti di riflessione nelle  ragazze.
A commento della giornata le parole entusiaste di Alice :


“Ringrazio la Sezione di Mantova per avermi dato la possibilità di partecipare ad un raduno regionale, il mio primo raduno.
È stata una giornata piena di sensazioni positive, vissuta intensamente  per cercare di apprendere il più possibile.
Il fatto di relazionarsi e conoscere ragazze che hanno la tua stessa passione è motivante.
Auguro a tutte le future ragazze arbitro di poter  prender parte ad un progetto formativo  come questo”.

Le ragazze durante la fase atletica

Il gruppo Woman Referee in aula

Il confronto con Carina Vitulano

Alice durante l’incontro sulla parte tecnica

Fonte : aialombardia.com

Giornata di lavori intensi per l’Aia Mantova : Riccio nuovo Presidente

 

Renato Riccio dopo aver svolto il ruolo di Vice Presidente nella Sezione per diverso tempo è stato eletto Presidente nella Assemblea Elettiva di Sabato 18 Dicembre 2021.

Nella mattina di Sabato Renato Riccio e l’Organo Tecnico Maurizio Uggeri hanno partecipato a Coccaglio ( BS ) alla consulta regionale, durante la quale è stato sottolineato come la Lombardia si conferma essere  la prima regione italiana in termini di numeri arbitrali e di totale copertura delle gare con oltre 26000 partite svolte, nonostante la carenza del numero degli arbitri ,e di come  il tema dei numeri deve spronare  la  ricerca e  la crescita  dei futuri arbitri di calcio. 

Nel pomeriggio gli associati mantovani hanno partecipato alla assemblea elettiva  presso la sala conferenze dell’Avis Park di Mantova. Cristian Bianchini, presidente dell’assemblea, è stato affiancato dal  componente del comitato regionale Lombardia Matteo Garganico . Riccio ha presentato la propria candidatura e i  progetti per la sezione quindi Alberto Mazzeo ,Presidente uscente, ha tenuto il proprio discorso di congedo al termine del quale è stato ringraziato dai presenti  per il lavoro svolto durante il suo mandato. Dopo le considerazioni e riflessioni di alcuni associati nello spazio loro dedicato si è proceduto con la votazione che ha visto la nomina a Presidente dell’ Aia Mantova di Renato Riccio.

Le  parole di Renato subito dopo l’incarico ricevuto : 

”Con enorme soddisfazione e soprattutto con forte determinazione sarò a guidare la Sezione Aia Mantova nell’immediato prossimo avvenire. Molti ragazzi giovani e giovanissimi hanno scelto liberamente di puntare al cambiamento e questo deve per me essere l’obiettivo comune a tutta la Sezione:  uno step necessario e doveroso nei confronti degli arbitri mantovani. L’ Aia  Mantova deve continuare ad essere fucina di ragazzi volenterosi per il loro personale futuro e per quello di tutta la sezione, non solo per la Lombardia ma per tutta l’AIA .Il prossimo 5 Gennaio avremo un ritiro con i ragazzi prima della ripresa delle attività calcistiche, un’occasione per definire non solo una adeguata preparazione  atletica, ma soprattutto un modo per preparare  le attività sui campi: si terrà un incontro con colleghi sezionali nazionali e regionali che indicheranno temi ed approfondimenti utili a formare i giovani arbitri nella speranza di ritrovare forza e determinazione in un periodo molto difficile per tutti”.

Un  momento dell’assemblea elettiva

La consulta regionale dei Presidenti di Sezione

OTTO NUOVI FISCHIETTI PER LA SEZIONE DI MANTOVA

Mantova 11/12/2021

Si è svolto lo scorso Sabato 11 Dicembre presso i locali sezionali l’esame per gli aspiranti arbitri .Il corso si è tenuto, nelle rispetto delle norme vigenti, per lo più in presenza offrendo contemporaneamente lezioni  in modalità online.

La prova si è tenuta alla  presenza del  Presidente Vicario Renato Riccio , dell’Organo tecnico Paolo Bacchi, di Giovanni Manara in qualità di segretario, di  Paolo Spitti  Osservatore in Regione e di Andrea Copelli responsabile del Corso.

I Candidati  hanno compilato una breve riflessione sul tema ”Fare l’arbitro e essere arbitro : qual è la differenza ”, seguita dal quiz d’esame composto da 20 domande  sul Regolamento del giuoco del calcio, quindi si sono confrontati con la commissione sulla casistica regolamentare  anche grazie ai filmati messi a disposizione  dal Settore Tecnico dell’AIA.

Tutti i ragazzi hanno brillantemente superato la prova grazie all’ottima preparazione da parte di Andrea Copelli  arbitro in Eccellenza, Alessio Marra  arbitro nazionale serie D, Fabiano Preti  assistente internazionale che ha illustrato nello specifico la regola 11 sul ” Fuorigioco ”.

Renato Riccio, congratulandosi con   i nuovi arbitri, ha ricordato  che non è sufficiente avere studiato una volta tutto il Regolamento, ma che dovranno  continuare a ripassarlo e tenersi aggiornati anche  frequentando le lezioni tecniche di routine messe a disposizione dalla sezione, inoltre ha evidenziato l’importanza di dimostrare personalità e capacità di gestione delle gare  già dalle prime partite oltre alla responsabilità di indossare la divisa .

 La Sezione di Mantova da un caloroso benvenuto a Gennaro , Jacopo , Francesco , Filomeno , Francesco , Marco,Paolo e Dario , con l’augurio di vederli presto sul campo.

Di seguito alcuni momenti dell’esame  : la prova scritta , il colloquio con simulazioni di situazioni di gioco.

 

 

 

 

« Articoli meno recenti Articoli più recenti »

© 2022 AIA MANTOVA

Tema di Anders NorenSu ↑